Privacy Policy

Officina della Gastronomia

Gelato al Pistacchio

Gelati & co | June 2, 2011 | By

Il mio gusto di gelato preferito è IN ASSOLUTO il pistacchio.

Forse non a tutti piace e, per carità, ognuno è libero di pensare ciò che vuole ma lasciatemi fare un elogio a questo flavour strepitoso.

Il mio amore per il Pistacchio c’è sempre stato ma si è acutizzato (si potrà dire così?!) quando ero incinta e, si sa, ad una donna incinta non non si può dire di no. Quell’estate rimarrà nella storia della mia famiglia per i kg di gelato ingurgitati (oltre a quelli di cocomero…). Chissà se Diego è goloso di pistacchi per quanto gelato ho mangiato mentre era ancora “mini-me”?? Ecco il piccolo ladruncolo in azione…


Dunque come prima ricetta di gelato nel mio blog non poteva che comparire Sua Maestà il Gelato al Pistacchio.

La ricetta l’ho presa dal blog Croce e Delizia e leggerissimamente modificata; la versione originale è qui. Ho utilizzato della pasta di pistacchi che un mio collega mi ha riportato da un viaggio in Sicilia, anzichè farla come spiega benissimo Antonella nel suo post.

Non avendo la gelatiera l’ho mantecato col procedimento a mano (ciò vuole dire dover andare a ri-mescolare il gelato ogni ora circa per 3-4 volte; questo serve a rompere i cristalli di ghiaccio che si formano in freezer e dunque per rendere il prodotto finale più cremoso, areato e buono). Chiaramente se avete la gelatiera (Lucky You!) vi basterà azionarla (seguendo il manuale) e in men che non si dica avrete un delizioso Pistachio Icecream!

 

INGREDIENTI
90gr di pasta di pistacchio (se non la trovate leggete qui come spiega Antonella per farvela home-made)
200gr di panna fresca
130gr di latte fresco intero alta qualità
1 tuorlo
90gr di zucchero
1 cucchiaino di glucosio
vaniglia (essenza)

 

PROCEDIMENTO
Mettere tutti gli ingredienti tranne la pasta di pistacchio in un pentolino e fare scaldare amalgamando con un mixer ad immersione o con le fruste per inglobare aria. Per pastorizzare il tuorlo occorrerà arrivare a circa 80°C e non oltre i 90°C perciò verificare i gradi con un termometro apposito.
Togliere dal fuoco e aggiungere, sempre mescolando col mixer o con le fruste, la pasta di pistacchio.
Emulsionare bene, mettere in un contenitore di vetro o plastica piuttosto capiente e con coperchio e lasciare raffreddare all’aria prima di mettere in freezer.
Dopo un’ora riprendere il gelato e con le fruste o col frullatore ad immersione rompere i piccoli cristalli di ghiaccio che si saranno formati nel frattempo, girando per qualche minuto direttamente nel contenitore (ecco perchè ve ne serve uno capiente!).
Rimettere in freezer e ripetere l’operazione per altre 2 volte (più si fa quest’operazione e più il gelato viene areato e leggero… sò che è una rottura ma o così o pomì!).

Vi ci vorranno circa 3 o 4 ore in freezer prima di poterlo mangiare.

Enjoy!

Marti xx

 

 

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Comments

  1. Leave a Reply

    agnese
    June 3, 2011

    Ti dirò, a me il gelato al pistacchio non piace, non ci posso fare niente, anche se tantissime persone come te mi dicono che è meravilgioso, non riesco a mandarlo giù. Però invidio il fatto che te lo sei realizzato in casa. Non avendo la gealtiera mi passa sempre la voglia di prepararlo e poi devo dire che proprio sotto casa ho una gelateria favolosa il che di certo non aiuta! Cambiando argomento, vorrei proporre una cosa e mi scuso da subito se sfrutto questo commento per parlarne ma penso sia un’idea carina e spero possa interessare qualcuno. Ho appena inaugurato un’iniziativa nel mio blog per parlare di foodphotography ed utilizzarlo anche come forum per chiedere ed avere consigli fotografici. Se qualcuno ha argomenti da proporre o domande da fare … basta commentare chiedendo! Chiunque può partecipare a qualche eventuale discussione chiedendo o dando consigli….sono così pochi i siti web dove trovare qualcosa riguardo alla foodphotography e quei pochi che si trovano non sono italiani! Un caro saluto!

    • Leave a Reply

      Martina
      June 5, 2011

      Ciao Agnese l’idea mi pare davvero carina! Parteciperò volentieri :-)

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>