Privacy Policy

Officina della Gastronomia

Panettone Gastronomico

Buon Anno!!! Vi auguro un 2013 ricco di tante cose belle, oltre a salute e felicità… e magari qualche euro in più che non guasta mai ;)

Io apro l’anno dell’Officina con questa ricetta del classico Panettone Gastronomico, che durante queste feste ho riproposto a ripetizione, perché è un antipasto classico che piace a tutti e che a centro tavola fa sempre la sua degna figura! E’ chiaro che se avete un’impastatrice che vi da una mano come il mio bel Kitchen Aid, è tutto di guadagnato, sennò passate alla spianatoia ed armatevi di buona volontà!

Come potrete vedere dalla foto, la cosa più difficile di questa ricetta – almeno per me – è tagliarlo a fette perfettamente uguali ed abbastanza sottili, senza fare le cosiddette “ruote di biroccio” (il biroccio, per chi non è marchigiano, era un carro agricolo che si usava nei campi che si attaccava al trattore ed aveva ruote di legno belle spesse); mio marito è solitamente l’addetto al taglio perché è mooooolto più bravo di me, ma mancando lui mi sono dovuta arrangiare da me ed il risultato pessimo lo potete vedere anche voi….

Anyway come ripieno, potrete usare ciò che più vi piace. C’è chi preferisce i salumi, c’è chi ama il panettone con salse cremose…vedete voi! A casa nostra i ripieni più amati sono: tonno-carciofini-mayo, salame ungherese-mayo, eggs-mayo, prosciutto cotto e formaggio, gamberetti in salsa rosa e rucola, prosciutto crudo, salmone e rucola.

La ricetta originale è di Cinzia di Cookaround.

 

INGREDIENTI per 2 panettoni da 500gr circa 
250gr di farina manitoba
250gr di farina 0
250gr di latte
40gr di zucchero
80gr di burro morbido
3 tuorli
15gr di lievito di birra
2 cucchiaini di sale
1 cucchiaino di malto d’orzo (o altro malto)

2 forme di carta per panettone da 500gr

e fillings di vs gradimento

 

PROCEDIMENTO
Far sciogliere il lievito nel latte tiepido in cui avrete anche aggiunto 1 cucchiaino di malto d’orzo.

Intanto nella ciotola della planetaria mettete la farina e lo zucchero, unite il liquido tiepido e fate andare usando il gancio. Dopo qualche istante, prima che la massa si sia compattata, unite il sale e fate andare l’impastatrice per qualche minuto prima di unire i tuorli ad uno ad uno. Assicuratevi sempre che il tuorlo si sia ben assorbito prima di aggiungerne un altro.

Panettoni pre-lievitazione

Unite il burro morbido a pezzetti, a poco a poco e sempre con la macchina in movimento, e lasciate impastare per una decina di minuti o fino ad incordatura, aggiungendo qualche spolvero di farina se necessario.

Spostate la massa sulla spianatoia leggermente infarinata per dare qualche “smenata” a mano prima di mettere l’impasto a lievitare in una ciotola e coperto con della pellicola fino al raddoppio (circa 1 ora e mezza/due ore).

Quindi, senza lavorarlo, dividete l’impasto in 2 tagliandolo con una lama ben affilata, arrotondate ognuna delle due parti e mettetela nelle forme di carta.
Coprite nuovamente con pellicola, disponetele in una teglia da forno e lasciate lievitare fino a che la cupoletta della pasta supererà lievemente il bordo di carta.
Vi ci vorranno almeno un paio d’ore. Io faccio questa seconda lievitazione in forno spento con luce accesa.

Panettoni post-lievitazione

Cuocete in forno pre-riscaldato a 180°C per circa mezz’ora verificando sempre la cottura con uno spiedo di bamboo.

 

 

COME SI TAGLIA
Per minimizzare le briciole vi consiglio di tagliare il panettone gastronomico il giorno dopo averlo cotto, avendo cura di chiuderlo in un sacchetto di plastica per alimenti una volta freddo.

Per il taglio, se volete essere precisi ed avete tempo, munitevi di stecchini e righello e prendete le giuste misure per fare un lavoro ad hoc! La base solitamente non viene utilizzata, ma siccome questa ricetta vi darà un panettone davvero morbido e gustoso potreste anche pensare di mangiarla usandola come prima fetta da imburrare.

Partendo dal basso, tagliate fette di circa 1/2 cm di spessore, ricordandovi di fare 7 tagli per ottenere 3 piani di sandwich (infatti ogni sandwich sarà formato da 2 fette).

Sempre partendo dal basso, imburrate una fetta sì ed una no, disponendo il ripieno prescelto nella fetta imburrata.

Vi consiglio, una volta completato con i vari ripieni, di chiudere il panettone in pellicola trasparente e di metterlo in frigo per almeno un’oretta prima di procedere ai tagli verticali: tenete da parte la cupola, poi dividete il panettone a metà, e tagliate in 3 ciascuna metà ottenendo perciò 6 spicchi a piano.

Adornate la cupola come più vi aggrada e condividete con chi amate :-)

 

 

 

Enjoy!

NOTA
Nelle foto che vedete io ho usato delle forme da 750gr perciò la cupoletta della pasta non supera il bordo, ma usando lo stampo da 500gr la vostra pasta dovrà lievitare fino ad oltre il bordo di carta!

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...

Comments

Be the first to comment.

Leave a Comment

You can use these HTML tags:
<a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <s> <strike> <strong>