Empanadas Argentine

Majo è una donna molto speciale che ho avuto la fortuna di incontrare l’anno scorso nella scuola di italiano per stranieri dove lavoro.

Nel 2019 Majo è stata proclamata una delle 5 migliori cuoche pasticcere dell’Argentina, partecipando al programma “Soña en dulce” (vi consiglio di seguirla su Instagram
@majonavasespaciodecocina) perciò, sebbene le Empanadas non siano un dessert, capirete il perché ho subito pensato a lei per una ricetta “a colpo sicuro”!.

Le Empanadas sono una sorta di calzoni ripieni con carne macinata speziata, cipolla, peperoni, olive verdi e uova sode. Si mangiano in diversi paesi dell’America del Sud e, come per molte ricette, il ripieno si può personalizzare a piacere (nel nord dell’Argentina si mettono anche le patate, c’è chi usa stesso peso di carne e cipolle ecc). Io ho aggiunto dei pisellini ed eliminato l’uvetta perché non ce l’avevo :-)

INGREDIENTI per circa 16 pezzi
PER IL RIPIENO
500gr di carne macinata di bovino (non troppo magra)
1 cipolla dorata
1/2 peperone rosso
1/2 peperone giallo
1 tazza di pisellini surgelati
200ml di brodo di carne
2 uova sode
16 olive verdi denocciolate
1 cucchiaino di paprika dolce*
1 cucchiaino di origano*
1 cucchiaino di cumino*
Sale e pepe nero q.b.
Vino bianco q.b.
Olio extravergine di oliva q.b.
(2 cucchiai di uvetta)

* questa è la quantità minima di spezie, ma per un sapore più marcato la prossima volta sarò più generosa!

PER L’IMPASTO
350gr di farina 00
1 cucchiaino e 1/2 di sale
115gr burro freddo a cubetti
2 uova medie (di cui 70gr per l’impasto e il resto per la spennellata finale)
75gr acqua fredda
1 cucchiaio di aceto di vino bianco

PROCEDIMENTO
Iniziate preparando il ripieno. Scaldate un’abbondante giro di olio in un’ampia padella poi aggiungete la carne macinata e una spruzzata di vino bianco; fate andare a fiamma alta per 5 minuti circa, fino a che cambierà colore (non dovrà essere cotta completamente).

Prelevate la carne con un mestolo forato e mettetela in una ciotola lasciando il suo liquido nella padella; aggiungete un altro giro di olio ed unite la cipolla tritata, il peperone a pezzetti e i piselli. Riducete la fiamma al minimo e cucinate per 6-8 minuti, poi aggiustate di sale e pepe ed unite le altre spezie, continuando la cottura per circa 1-2 minuti. Aggiungete quindi la carne con l’eventuale succo che avrà rilasciato durante il riposo, unite il brodo, aggiustate di nuovo di sale pepe mescolando per bene; coprite con coperchio e cuocete a fiamma dolce per circa 15-20 minuti, fino a che tutto il brodo si sarà assorbito (se necessario a fine cottura togliete il coperchio ed alzate la fiamma).

Trasferite il ripieno in una ciotola, unite le uova sode tritate (e l’uvetta se la utilizzate), fate freddare poi coprite con pellicola e mettete in frigo per almeno 3 ore.

Poi dedicatevi alla preparazione della pasta esterna delle Empanadas.

Nella ciotola dell’impastatrice mettete farina, sale e burro a cubetti freddo di frigo e fate andare con la foglia fino ad avere delle briciole.

Aggiungete l’uovo che avrete precedentemente sbattuto con l’acqua fredda e l’aceto e impastate per pochi istanti, fino a quando la massa inizierà a compattarsi pur rimanendo ancora un po’ grossolana. Lavoratela sul piano di lavoro leggermente infarinato per qualche minuto, fino a che non avrete una palla elastica, liscia e compatta. Appiattitela, copritela con pellicola e mettetela in frigo per almeno un’ora.

Tirate fuori l’impasto e lasciatelo a temperatura ambiente per circa 15 minuti prima di stenderlo sul piano di lavoro leggermente infarinato. Per facilitare l’operazione, dividete l’impasto a metà e, con l’aiuto del mattarello, stendetelo ad uno spessore di circa 2mm. Usando un coppapasta da 10cm di diametro, ritagliate i cerchi di pasta e mettete al centro di ognuno un cucchiaio di carne e sopra un’oliva verde divisa a metà. Inumidite leggermente i bordi con poca acqua fredda e chiudete a mezzaluna, sigillando i bordi coi rebbi di una forchetta.

Disponete le Empanadas su una teglia coperta di carta forno e spennellatele con l’uovo sbattuto avanzato. Cuocete in forno ventilato preriscaldato a 190° per circa 25-30 minuti.

Buon appetito!

Martina

p.s. Majo mi dice che per una versione leggermente più light si può usare olio di semi per il guscio invece del burro… proverò!

Le Empanadas si possono congelare da crude per 3 mesi.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.