Le Classiche Patate Arrosto

Mica posso mettere nel blog solo ricette complicate e strane no?! O meglio, certo che potrei farlo, tanto è il mio blog e faccio come mi pare, ma visto che tra i miei venticinque lettori, come diceva il Manzoni, ci potrebbero essere anche persone che non sanno come si fanno le classiche patate arrosto, allora io vi metto la ricetta. Poi se invece  avete già una vostra infallibile e buona recipe allora potete saltare questo post e leggere altro, no?

Vi dico subito che questa è la ricetta standard delle patate arrosto che si fanno a casa dei miei. Da qui ci si può discostare tanto o poco, come credete. Ad esempio, potreste aggiungere dello scalogno a rondelle,  oppure qualche fogliolina di timo e pepe nero oppure un po’ di paprika o peperoncino per farle piccantine a dovere… Che ne so? Liberate la fantasia e personalizzate questa ricetta come meglio credete, d’altronde è questo il bello della cucina!

INGREDIENTI x 4 persone
4 patate grandi oppure 10 di media grandezza
abbondante olio extra vergine d’0liva
sale grosso e pepe q.b.
1 ramettto di rosmarino
qualche spicchio d’aglio

PROCEDIMENTO
Sbucciate le patate, lavatele sotto l’acqua corrente e tagliatele a spicchi.
In una teglia di metallo(è importante NON usare pirofile di ceramica o vetro per avere le patate croccantine!) mettete abbondante olio d’oliva, quasi a coprire il fondo.

Unite le patate, salate, pepate ed aggiungere il rametto di rosmarino e qualche spicchio d’aglio. Mescolate bene (io uso le mani…) per far sì che ogni spicchio sia ben rivestito di condimento.

Infornate in forno preriscaldato e ventilato a 180°C per circa un’ora, girando le patate solo 1 volta e non prima di metà cottura (questo passaggio è fondamentale perchè girandole troppe volte e troppo presto le patate ci si “spatasciano” e non diventano colorite e croccanti).

Enjoy!

Marti xx

 

 

Please follow and like us:

4 comments

    • Martina says:

      grazie cara! bravissima anche per avere il coraggio di cucinare le patate arrosto d’estate!!! xxx

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.